Grande McGinty, Il

L’esordio alla regia di Sturges (nonché Oscar per la sceneggiatura) non è all’altezza dei suoi successivi classici della commedia, ma Donlevy è eccellente nella parte di un vagabondo che viene manipolato tramite disoneste manovre politiche fino ad arrivare alla poltrona di governatore, per poi mandare tutto all’aria quando cerca di essere onesto. Dialoghi tipicamente taglienti, più un bel lavoro della compagnia di repertorio di attori caratteristi di Sturges. Donlevy e Tamiroff ripresero i loro ruoli per una gag nel film di Sturges Il miracolo del villaggio.