Grand Canyon

Elucubrazioni sul perché e sul come la vita fa schifo, specialmente a Los Angeles, mentre le vite di una manciata di personaggi si intersecano: un avvocato che si sente distante dalla moglie, una moglie che ha trovato un bambino abbandonato, e un camionista preoccupato per la sopravvivenza della sorella in un quartiere violento ecc. A Kasdan (e alla co-sceneggiatrice Meg Kasdan) va dato credito di aver tentato di realizzare un film serio che avesse a che fare con questioni di grande importanza… ma il risultato è sdolcinato, superficiale e poco convincente. Panavision.