Gioco d’amore

Gradevole pellicola su misura per Costner, qui un veterano del baseball che, dopo vent’anni di carriera, ripensa agli ultimi cinque anni della sua vita durante una partita decisiva di fine stagione. La recitazione è efficace per il valore e la passione dei protagonisti, ma il film va ai tempi supplementari senza motivo apparente, tirando per le lunghe una conclusione che non sorprende nessuno. Panavision.