Garden, The

Collage surreale e profondamente personale di immagini e suoni, che raccontano con toni molto astratti la Passione di Cristo. Tuttavia la figura di Cristo è rimpiazzata da un paio di amanti omosessuali, destinati a conoscere sofferenze e umiliazioni. Come per la maggior parte delle opere di Jarman, c’è chi penserà a un intento demistificatorio e chi troverà il tutto semplicemente noioso (se non offensivo).