Funny Games

Due ripugnanti leccapiedi tiranneggiano una famiglia borghese nella loro casa di campagna, ritrovandosi torturati sia fisicamente che psicologicamente. Lo scrittore-regista Haneke cerca di offrire un pungente commento sul modo in cui la società contemporanea è stata desensibilizzata dalle immagini di violenza proposte dalla tv e dal cinema, ma questo film risulta a malapena credibile — e parecchio fastidioso.