Fronte del porto

Implacabile resoconto (sceneggiato di Budd Schulberg, sulla base di una serie di articoli di Malcolm Johnson) sui sindacati del porto di New York, con Brando nell’indimenticabile ruolo di un disadattato, Steiger in quello del suo astuto fratello, Cobb in quello del suo capo al fronte del porto e la Saint in quello della ragazza che ama. La scena ambientata nel retro di un taxi resta sempre toccante. Otto Oscar: miglior film, regia, attore protagonista (Brando), attrice non protagonista (Saint), soggetto e sceneggiatura, fotografia (Boris Kaufman), scenografia (Richard Day) e montaggio (Gene Milford). Le musiche di Leonard Bernstein sono un ulteriore punto di forza. Film di debutto per la Saint, nonché per Martin Balsam, Fred Gwynne e Pat Hingle. Decenni più tardi, ne fu ricavato spettacolo a Broadway.