Figlio della domenica, Il

Bergman (il figlio di Ingmar) dirige con esperienza l’evocativa sceneggiatura autobiografica del padre su un ragazzo chiamato Pu (Linnros) e il suo rapporto con un genitore reverendo e con gli altri membri della famiglia; viene anche rappresentata la turbolenta relazione di Pu adulto con il vecchio papà. Un film profondamente personale; la storia della famiglia di Bergman viene esplorata anche in Fanny e Alexander, Con le migliori intenzioni e Conversazioni private.