Faust

La storia, mille volte raccontata, dell’eterno conflitto mondano fra il Bene e il Male, in cui il personaggio del titolo svende la sua anima a Mefistofele (Jannings). Non un classico di Murnau come L’ultima risata o Aurora, ma pur sempre un film affascinante, diretto con inventiva, visivamente sontuoso, arricchito da ingegnosi effetti speciali e da un mirabile uso di luci e ombre. Basato sull’opera di Goethe. Dieterle, all’epoca attore, poi diresse L’oro del demonio.