DuBarry Was a Lady

Skelton, lavoratore in un night, si strugge per la bella cantante Ball; dopo essersi scolato una bomba alcolica, sogna di essere Luigi XVI e di doversi scontrare con l’irritabile madame DuBarry (Ball). Un divertente nonsense, cui mancano molte delle canzoni della colonna sonora di Cole Porter sentita a Broadway, anche se Friendship viene usata nel finale. Inizia come uno spettacolo di vaudeville, con bei cori femminili e numeri speciali, come quello del giovane Mostel o la Dorsey’s Band — con Buddy Rich alla batteria — che suona un’eccezionale Well, Git It. Ritorneranno più tardi, con tanto di parrucche incipriate, come anche i The Pied Pipers, con Dick Haymes e Jo Stafford. Lana Turner ha una piccola parte.