Donna perfetta, La

La dirigente televisiva Kidman, grande lavoratrice appena licenziata, si trasferisce con il marito Broderick e i figli in una cittadina del Connecticut dove tutto sembra perfetto: un po’ “troppo” perfetto, specialmente le docili casalinghe. Maldestro remake di La fabbrica delle mogli che usa toni da commedia al posto del senso di mistero che rendeva l’originale (basato sul romanzo di Ira Levin) così efficace. In più, l’idea allora era originale: oggi il termine “Stepford Wife” è entrato nel linguaggio comune e non c’è più nessuna suspense. Scritto da Paul Rudnick.