D

Divorzio all’italiana

In Sicilia, un nobile, innamoratosi di una provocante sedicenne, pensa di liberarsi della moglie, donna noiosa e soffocante. Spinge questa nella braccia di un antico spasimante per poter poi sorprenderla in flagrante adulterio. Divertente satira dei costumi siciliani (che, nel ’65, ispireranno ancora Germi in
Sedotta e abbandonata
), il film vinse un meritato Oscar nel 1962 per la migliore sceneggiatura originale (firmata dallo stesso Germi con Ennio De Concini e Alfredo Giannetti).
(andrea tagliacozzo)

Scroll Up