Voices of Sarafina!

Documentario profondo e incisivo sui giovani attori sud africani che recitano nel musical Sarafina che parla del coinvolgimento dei bambini neri di una scuola nella rivolta di Soweto del 1976. Inoltre viene esposta in dettaglio la loro relazione con Ngema, il controverso regista-sceneggiatore dello spettacolo. Il finale è particolarmente commovente, con la cantante in esilio Makeba che appare dietro le quinte dopo una performance. Lo stesso spettacolo ebbe un’altra versione cinematografica nel 1992, con Whoopi Goldberg.

Vedo nudo

Sette episodi con tema il sesso e protagonista Manfredi, che vedono in scena un’attrice famosa al pronto soccorso, un pervertito, un rapporto epistolare fra un omosessuale e un ragioniere, un guardone, un’ingenua, un marito poco affettuoso e un pubblicitario. La fine della commedia all’italiana iniziò con la comparsa di film di questo tipo, ossia un assemblaggio di gag buono per fare cassetta, ma senza la brillantezza e l’intelligenza dei predecessori. Celebre l’ultimo episodio, che dà il titolo al film. Sceneggiatura di Ruggero Maccari e Iaia Fiastri assieme a Bernardino Zapponi e Fabio Carpi.

Vite nascoste

Uno studente adolescente inglese scopre di essere gay ma non riesce a dirlo ai genitori, agli insegnanti e ai compagni di scuola. Poi si innamora dello sportivo della classe. Sincero e ben recitato, ma in alcuni punti procede faticosamente. Sceneggiatura di Patrick Wilde, dalla sua pièce What’s Wrong With Angry? Panavision.