Corsa più pazza del mondo, La

Il primo episodio della serie sulle corse “cross-country” in auto è l’unico buono, con personaggi genuinamente spassosi, macchine strepitose e tantissima azione da cartone animato. Julia ruba la scena nei panni del lascivo italiano che getta via il suo specchietto retrovisore perché “quello che sta alle mie spalle non è importante”. Certamente superiore a Cannonball e al successivo La corsa più pazza d’America, tutti ispirati al medesimo evento realmente accaduto. Panavision.