Clockers

Il direttore notturno di un fast food viene ucciso, ma uno strampalato poliziotto di Brooklyn non crede che il ragazzo che ha confessato il crimine sia davvero colpevole: punta invece gli occhi sul fratello del sospetto (Phifer), assoldato dal boss della droga del quartiere. Uno sguardo penetrante e a più livelli, indirizzato sulla realtà della vita di strada e sui “projects” (caseggiati popolari, n.d.r.), nonché un’interessante esposizione sulle responsabilità personali. È difficle decifrare il gergo delle scene iniziali, ma una volta che la storia entra nel vivo è pura dinamite. Richard Price ha adattato il suo romanzo insieme a Lee: una fortuita combinazione di due talenti. Co-prodotto da Martin Scorsese.