Catwoman

Una timida impiegata in una grossa azienda di cosmetici viene assassinata quando scopre per caso le prove degli orribili effetti collaterali di una nuova crema per il viso… ma anziché morire resuscita con l’identità di Catwoman e cerca di farsi giustizia. L’idea alla base del soggetto non ha senso, è estremamente illogica, stabilisce relazioni impossibili e descrive un’eroina per cui a malapena si riesce a parteggiare. Halle Berry fa quel che può; Sharon Stone riesce a risultare insipida anche quando fa la parodia di se stessa nel ruolo della pericolosa moglie del produttore di cosmetici. Basato sul fumetto della D.C. comics. Super 35.