Casa mia, casa mia…

Un dipendente di una grande gioielleria (Pozzetto) viene trasferito da Milano a Roma ma la casa che ha trovato nella capitale è sotto sfratto: dovrà cercarsi un’altra sistemazione. Un film comico scarsamente divertente: sia Pozzetto che Parenti hanno fatto di meglio.