Casa della gioia, La

Credibile ma mesto adattamento del romanzo di Edith Wharton: una bella donna viene ostracizzata dalla buona società di New York all’inizio del XX secolo perché “non sta al gioco”. Mortalmente lento, il film diventa più interessante man mano che prosegue… ma una protagonista più carismatica avrebbe giovato. Squisita la ricostruzione d’ambiente. Arriscope.