Casa ai confini della realtà, La

Perspicace “fantasy drama” su una ragazza sull’orlo della pubertà che ha dei sogni vividi che da un lato riflettono la sua vita, ma dall’altro sembrano influenzare — durante la veglia — l’esistenza di un ragazzo che lei non ha mai incontrato. Teso, perfino pauroso, psicologicamente valido e ben recitato… ma non per tutti i gusti. Lungometraggio di debutto per il regista di videoclip Rose.