C

Caruso Pascoski (di padre polacco)

Abbandonato dalla moglie Giulia, che gli ha preferito un altro uomo, Caruso Pascoski, psicanalista, si lascia andare a ogni genere di stranezze. Quando scopre che il rivale in amore è un suo paziente, per giunta latente omosessuale, Caruso tenta di riconquistare la consorte diventandone, in segreto, l’amante. Reduce dal narcisistico ed irritante
Stregati
, Nuti prosegue sulla stessa strada: regia pretenziosa (ma interessante sul piano puramente visivo), trovate mediocri, sceneggiatura insulsa. Come nei tre precedenti lavori del comico toscano, le musiche sono composte dal fratello, Giovanni Nuti.
(andrea tagliacozzo)

Scroll Up