Campo, Il

Irlanda, anni Trenta: un pezzo d’uomo che ha coltivato un campo in affitto trasformandolo in un terreno di grande qualità perde la testa quando la vedova che lo possiede decide di venderlo all’asta. Arcigno racconto di radicata caparbietà (e pervaso di spirito di clan provinciale), che si sviluppa come una tragedia greca ma — nonostante l’imponente prova di Harris — rimane freddo e ben poco commovente. Basato su una pièce teatrale di John B. Keane; realizzato dagli autori di Il mio piede sinistro.