Campane a martello

Agostina (Gina Lollobrigida) invia i soldi guadagnati prostituendosi in città al parroco di Ischia, suo paese d’origine, affinché glieli custodisca. Quando torna ad Ischia, però, troverà una sorpresa ad attenderla: i suoi risparmi sono stati usati dal nuovo sacerdote per costruire un orfanotrofio. Mix non troppo riuscito tra dramma e commedia, il film si salva per le interpretazioni della Lollobrigida (che tornerà a lavorare con Zampa un anno dopo) e della Sanson.