Caduta degli angeli ribelli, La

Cecilia, rampolla della Milano bene, diventa l’amante di un terrorista in fuga, braccato dalla polizia e condannato dai suoi stessi compagni. I due scappano verso il sud e, dopo una convivenza da fuggiaschi, è proprio Cecilia a uccidere il compagno. Sceneggiatura poco solida, ma buona prova di regia.