Brazil

In una distopica società futura (a metà tra 1984 e Arancia meccanica), uno sfortunato impiegato (Pryce) dà la scalata ai suoi ideali e alle sue illusioni, ragazza dei sogni (Greist) compresa. Un trionfo dell’immaginazione e delle scenografie, una commedia nera fantastica… ma anche una pellicola che non sa quando abbassare i toni: la seconda parte risulta di conseguenza ridondante e inefficace. Gilliam ha tagliato la pellicola a 131 minuti per il mercato americano. Sceneggiatura di Gilliam, Tom Stoppard e Charles McKeown.