Bodyguards — Guardie del corpo

Le avventure di tre ex carabinieri, cacciati dall’Arma e riciclatisi come guardie del corpo, sono l’esilissimo filo conduttore dell’ennesimo film natalizio campione d’incassi firmato dalla premiata ditta Parenti-Boldi-De Sica. Risate grasse e personaggi televisivi a volontà per un film usa e getta. L’unico che si salva è Boldi, divertentissimo nella scena in cui, facendo da dogsitter al cane di Anna Falchi, finisce nello zoo in cui la futura signora Ricucci posa per il suo calendario.