Bestseller

Dennehy, nei panni di un poliziotto divenuto scrittore (un po’ alla Joseph Wambaugh), viene ingaggiato da Woods, killer al soldo di un noto finanziere (Shenar) con le mani in pasta dappertutto, perché scriva la storia della sua vita. Nonostante gli ottimi protagonisti, il film non riesce mai a ingranare a causa della lacunosa sceneggiatura di Larry Cohen e della totale mancanza di appeal del personaggio di Woods.