Beneficio del dubbio

Un thriller piatto e monotono: Sutherland, scontati vent’anni di prigione per l’omicidio della moglie, si dedica a distruggere la vita della figlia (Irving), che aveva testimoniato contro di lui ai tempi del processo. E pensare che sarebbe bastata solo un po’ più di immaginazione per renderlo un prodotto di prima classe.