Bella in rosa

Un’indigente liceale si ritrova in difficoltà quando uno dei ragazzi “ricchi” le chiede di uscire; e nemmeno il suo amico vagabondo, nonché fanatico affezionato (Cryer), è troppo contento. Uno sguardo credibile ai dolori della crescita, sceneggiato e prodotto da John Hughes: ben recitato, anche se è un po’ lento e si prende molto sul serio. Stanton, nel ruolo del padre di Molly, non è mai stato così tenero sullo schermo!