Ballad of Little Jo, The

Una gentildonna del 1866 cade in disgrazia dopo aver avuto un figlio al di fuori del matrimonio: decide allora di stabilirsi nel West, dove capisce presto che l’unico modo per sopravvivere è quello di fingersi un uomo. La Greenwald (anche sceneggiatrice) tocca i tasti giusti, costruendo un convincente pezzo di fiction (ispirato a una storia vera); la aiuta un cast di prima classe all’interno del quale spicca la Amis, una vera rivelazione. Ottima anche la colonna sonora, composta da David Mansfield.