Anni difficili

Tratto da un romanzo di Brancati, il regista descrive una vicenda paradigmatica del trasformismo nazionale: un onesto impiegato, di fede antifascista, viene obbligato per non perdere il proprio lavoro ad iscriversi al Partito fascista: dopo la guerra, per colpa di questa scelta, verrà licenziato proprio dal sindaco del paese che l’aveva anni prima spinto a entrare nel PNF ma che sarà ben più lesto di lui a cambiare bandiera.