A

Anni dei ricordi, Gli

Una ragazza lascia da solo il fidanzato per trascorrere l’estate con la nonna e la prozia. Qui viene subito proiettata nelle vite delle due anziane donne e nei racconti di vita delle loro amiche, che lavorano insieme e ininterrottamente alla cucitura di una trapunta. Un film “al femminile” (strutturato in episodi e basato su un romanzo di Whitney Otto), che sul filo conduttore della coperta offre almeno un flashback di troppo. Una pellicola raffinata, bella da vedere e ben recitata, ma priva di impeto narrativo.

Scroll Up