American Me

Ambizioso ritratto della cosiddetta “mafia messicana” attraverso il racconto della vita di un padrino (Olmos) e della sua rete criminale, che si estende dalle prigioni fino ai “barrios” degli Stati Uniti sud-occidentali. Il regista tenta di costruire una narrazione epica, ma il risultato non è perfettamente a fuoco nonostante diverse scene davvero potenti. Olmos — al suo debutto dietro la macchina da presa — e Forsythe brillano all’interno del cast. Le scene ambientate in carcere sono davvero girate nel noto penitenziario di Folsom.