A

A cavallo della tigre

Remake — non all’altezza, anche se ben recitato — di un film bello e negletto di Luigi Comencini del 1961. Guido (Bentivoglio) è un quarantenne pieno di vita e scapestrato. Pieno di debiti, decide di mettere a segno una rapina presso il suo luogo di lavoro, con la complicità della compagna, Antonella (Cortellesi). Gli andrà male, mentre lei riuscirà a far perdere le tracce, col malloppo. Quasi scontata la pena, Guido viene coinvolto in un’evasione. Minacciato di morte, deve seguire i due malviventi, ma in realtà si mette alla ricerca di Antonella. E dei soldi.

Scroll Up