#

2001: Odissea nello spazio

Capolavoro senza pari, con un’enorme influenza sul cinema a venire: Kubrick rappresenta chiaramente alcuni incontri del genere umano con alieni invisibili, dall'”alba dell’Uomo”, quattro milioni di anni fa, fino all’anno del titolo, in cui un manufatto alieno viene ritrovato sulla Luna. Una missione spaziale viene inviata su Giove a seguire il suo segnale radio, con esiti misteriosi e ammalianti. Un godimento per gli occhi, il film vanta anche il primato di aver portato Richard Strauss nei primi quaranta dischi in classifica con Così parlò Zarathustra. Tagliato di diciassette minuti dopo l’anteprima, dallo stesso Kubrick, e portato alla durata attuale. Sceneggiatura di Arthur C. Clarke e del regista, dal racconto La sentinella dello stesso Clarke. Seguito da 2010, l’anno del contatto nel 1984. Super Panavision 70.

Scroll Up