I 13 spettri

Remake solo nominale del thriller con trucco di William Castle, che vede un padre vedovo, i suoi due figli e la loro governante in una casa progettata diabolicamente, labirinto di un gigante: la quale, come se non bastasse, ospita dodici fantasmi inquieti e violenti. Né pauroso né intelligente: una scusa misera per roba da Halloween.

I 2 soliti idioti

In questo sequel, ritroviamo Ruggero e il figlio Gianluca in fuga dalla gang dei Russi. Ma in questo anno tante cose sono cambiate e la crisi si è abbattuta anche sull’impero del Wurstel. Per salvarlo, Ruggero è disposto a tutto… Anche a ricorrere all’aiuto del padre di Fabiana, un uomo rigoroso e austero.

Amnesie, imbrogli e sotterfugi saranno solo alcuni degli ingredienti di quella che si preannuncia come una rocambolesca epopea: riuscirà Ruggero a salvare il suo impero, scappare dai Russi e sopratutto salvarsi dalla temibile scure dell’erario?

I Am David

Nel 1952, un giovane fugge da un campo di lavoro in Bulgaria e, per salvarsi, deve farsi strada attraverso l’Italia e la Svizzera fino alla Danimarca. La sola vita che conosce è fatta di soprusi; così, durante il tragitto, si innervosisce e va in confusione con facilità. Una storia genuinamente emozionante, che sfugge a un banale sentimentalismo e si merita il coinvolgimento emotivo dello spettatore, con una interpretazione degna di nota del giovane Tibber. Notevole debutto alla regia per Feig, che ha adattato un romanzo di Anne Holm.

I Am the Cheese

Storia debole, ma a tratti avvincente, su un adolescente alienato — testimone della morte dei genitori — e delle sue allucinazioni durante le cure psichiatriche. Da un romanzo di Robert Corniel. Rifatto con il titolo Lapse of Memory.

I bambini di Cold Rock

L’oscurità è calata sulla cittadina di Cold Rock. Uno per uno, i suoi bambini stanno scomparendo. Lo fanno senza lasciare indizi o testimoni credibili, ma solo una leggenda, una storia avvolta nell’ombra che viene diffusa tra gli abitanti del posto. Con questa, un senso crescente di terrore, che minaccia di divorare quello che è rimasto della comunità.
La gente superstiziosa parla di un “uomo alto”, una figura misteriosa che porta via i bambini, che non fanno più ritorno. Ma Julia Denning (Jessica Biel) non ha tempo per le leggende o le superstizioni. Un’infermiera che fa del suo meglio per questa ex città mineraria, devastata economicamente e spiritualmente, cerca di mantenere un minimo di normalità a casa e al lavoro. Fino a quando il terrore non entra dalla porta principale.
Svegliatasi nel mezzo della notte, corre nella stanza da letto del figlio, dove non trova nessuno, mentre un enorme spettro nel corridoio scivola nell’oscurità con il suo bambino (Jakob Davies).
Durante l’inseguimento non si fermerà di fronte a nulla e rischierà tutto pur di salvarlo. Affiancata da un investigatore determinato, il tenente Dodd (Stephen Mchattie) e dallo sceriffo della cittadina (William B. Davis), la caccia è aperta e con essa la ricerca di risposte: Chi è “l’uomo alto”? Cosa ne ha fatto dei bambini? In breve tempo, la cittadina di Cold Rock avrà le risposte che cerca disperatamente e questo scuoterà profondamente la comunità.

I basilischi

Opera prima della Wertmüller ambientata in una cittadina del sud con protagonisti dei ‘vitelloni’ locali che trascorrono le proprie giornate nell’inerzia e nella noia. La regista prende di mira questi giovani che, pur lamentandosi della mentalità ristretta dei compaesani, nulla fanno per cambiare le cose.

I bostoniani

Trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di Henry James. Sullo sfondo dell’emergente movimento femminista, le passioni di una giovane donna divisa tra il fascino sottile che la lega a una sua matura amica e il più accettabile rapporto che le propone un aitante avvocato. Il film, che tecnicamente sembra un preludio alle atmosfere del successivo Camera con vista , è talmente raffinato da risultare quasi stucchevole. Il ritmo troppo lento, tra l’altro, non aiuta. Eccellente comunque il cast, con la Redgrave in particolare evidenza. (andrea tagliacozzo)