–30–

Racconto trito e risaputo di una notte come tante in un giornale di una grande città. Conrad ruba la scena nella parte dell’editore, ma il “cattivo” principale è la sceneggiatura, spalleggiata dall’orrenda colonna sonora. Il titolo, per inciso, è il termine con cui i giornalisti indicano la “fine”.